Apri il menu principale

Pagina:Ariosto, Ludovico – Orlando furioso, Vol. I, 1928 – BEIC 1737380.djvu/199


cando nono 193


92
     Tanto desire il paladino preme
di saper se la donna ivi si truova,
ch’ama assai piú che tutto il mondo insieme,
né un’ora senza lei viver gli giova;
che s’in Ibernia mette il piede, teme
di non dar tempo a qualche cosa nuova,
sí ch’abbia poi da dir invano:—Ahi lasso!
ch’al venir mio non affrettai piú il passo. —

93
     Né scala in Inghelterra né in Irlanda
mai lasciò far, né sul contrario lito.
Ma lasciamolo andar dove lo manda
il nudo arcier che l’ha nel cor ferito.
Prima che piú io ne parli, io vo’ in Olanda
tornare, e voi meco a tornarvi invito;
che, come a me, so spiacerebbe a voi,
che quelle nozze fosson senza noi.

94
     Le nozze belle e sontuose fanno;
ma non sí sontuose né sí belle,
come in Selandia dicon che faranno.
Pur non disegno che vegnate a quelle;
perché nuovi accidenti a nascere hanno
per disturbarle, de’ quai le novelle
all’altro canto vi farò sentire,
s’all’altro canto mi verrete a udire.