Pagina:Arabella.djvu/321


— 315 —

pronto il cuore a ricevere il bene che ci vorranno dare o presto o tardi. Su dunque, alza la testa, mio caro angiolo, e vieni fuori con me, un momento. C’è qui la chiesa vicina: noi abbiamo bisogno di essere aiutate a patire...

La Colomba ricondusse la figliuola di nuovo nell’altra stanza. Le ravviò un poco le vesti; fece un po’ di fuoco ancora e versò quel resto di caffè che era rimasto in fondo al bricco. La persuase a non mandare per ora la lettera allo zio Demetrio e a cercar invece di quella sua amica di collegio, l’Arundelli, a cui poteva confidare il suo segreto. Meglio di tutto poi sarebbe stato di andare alle Cascine in cerca della mamma. La mamma è il miglior dottore per certi mali...