Pagina:Arabella.djvu/232


— 226 —
Three asterisks.svg


— Non ti pare ch’egli tardi troppo?

— Se tarda, è perchè non ha trovato subito. Non è mica un bimbo d’un anno — brontolò la Colomba.

— Siam sole, e se venissero le guardie?

— Che guardie d’Egitto! non farmi la stupida anche te...

A queste parole ruvide, pronunciate con forti scosse di testa, la Nunziadina oscillò sulle gruccette e raggrinzò il bianco faccino a un greppio duro di bimba che vuol piangere.

Il portinaio, appoggiata la mano alla tempia sinistra, cominciò a russare raggirando un piccolo rantolo in fondo alla gola.


Three asterisks.svg


Verso la mattina la povera Marietta, carbonizzata dal male, con due occhi spiritati e gonfi, cacciò le gambe dal letto per scappare, e cominciò a gridare: — Il prete, il prete; voglio confessarmi, portatelo via. — Non si fu svelti abbastanza, stramazzò e la riposero morta sul letto.

— O Gesù, Giuseppe e Maria... — aspirò la Colomba, e con un sospiro mise giù la corona per non mescolare il bene col male.

Le reminiscenze del passato erano quasi più forti dei bisogni del presente. Il Signore solo sa leggere i segreti della coscienza, e se il male non ha fatto