Apri il menu principale

Pagina:Antonio Zalivani-Catechismo repubblicano.djvu/24

26


§ X.


Della Virtù necessaria al Repubblicano.


D. QUale sarà nella Democrazia l'uomo più istimabile?

R. L'uomo più istimabile, sarà certamente quello che è il più virtuoso.

D. Dunquu la virtù è necessaria in un Governo Popolare?

R. La virtù, si è l'anima, e la vita delle Repubbliche; ed è una condizione indispensabile della nostra felicità.

D. Cosa è la virtù?

R. La virtù è una qualità inerente all'uomo, la quale è consentanea alla natura, ed alla ragione.

D. Ponetemi in maggior chiarezza questa definizione.

R. La virtù si è quella che abilita, e fa inclinare l'uomo ad operare con rettitudine, e per conseguenza rettamente lo dispone, e lo perfeziona.

D. Quale sarà l'uomo veramente virtuoso?

R. Quello che cercherà la maggiore possibile felicità de' suoi simili; quello, che per educarsi alle virtù civili, incomincierà dal rispettar le domestiche; quello che per rendersi buon Cittadino, cercherà di essere prima buon padre, buon capo di Famiglia, buon marito, buon figlio, buon prossimo; quel-

lo