Apri il menu principale

Pagina:Antonio Zalivani-Catechismo repubblicano.djvu/16

18
D. In quale maniera esercitano i Cittadini, la loro Sovranità nel Governo Democratico?

R. La loro Sovranità esercitano nelle assemblee primarie, o Comizj ne' quali procedono all'elezione de' loro Rappresentanti.

D. Vorrei sapere se nel Governo Democratico, una Città, o sia comune può dominare sulle altre Città, o Comuni, o sugli altri paesi?

R. Il Popolo è in ogni luogo lo stesso, e per conseguenza ha ovunque i medesimi diritti. Siccome un uomo non può dominare su un altro uomo, così una Città, o una Comune non può commandare ad un altra. Dall'unione delle Città libere, prende forza il Governo Repubblicano, quindi sarebbe buona cosa che tutti i paesi liberi si unissero, e coalizzassero insieme, onde far fronte e resistenza a' comuni nemici.

D. E i più potenti uomini, non potran forse dominare sui deboli?

R.La sola Legge è quella, che nella Democrazia deve dominare sugli uomini. Quelli che hanno la felicità di vivere in questo Governo, non sono nè timorosi, nè vili. Il timore e la viltà è il retaggio degli infelici, che vivono in un Governo tirannico. Un Repubblicano può dire liberamente i suoi pensieri, ed ha un energia capace di liberamente attaccare i suoi oppressori. Non vi saranno mai prepotenti, ove vi sono uomini liberi.



§. VI