Pagina:Anonimo - Simpatie di Majano.djvu/31


IV.

Sapevo bene che il Ficino, Pico della Mirandola, Leonardo Aretino, il Boccaccio, questi grandi nomi le avrebbero fatto effetto.

Ella mi scrive: «Capisco che per la Firenze del rinascimento le colline fiesolane, i dintorni di Majano, furono quello che per la Roma del gran secolo i colli tusculani e tiburtini, la villeggiatura preferita dei letterati.»

Ella non poteva dire una più esatta verità.

E poteva aggiungere che gli amici di Lorenzo il Magnifico e di Platone trovavano a Camaldoli in Casentino più alti e più tranquilli recessi, come gli amici di