Apri il menu principale

Pagina:Annali d'Italia, Vol. 1.djvu/290


Anno di Cristo CLVII. Indizione X.
ANICETO papa 8.
ANTONINO PIO imperad. 20.

Consoli

BARBARO E REGOLO.

Null’altro si sa di questi consoli, se non che il cardinal Noris1178 andò conghietturando che il primo fosse chiamato Vetuleno Barbaro, ma con dubbiosa prova. Il Panvinio1179 in vece di Barbaro stimò il di lui nome Barbato. Così pure è scritto nell’edizione d’Idazio1180. Anzi Barbato ancora si legge in una iscrizione trovata in questi ultimi tempi nelle Terme Ercolane della Transilvania, e rapportata dal signor Pasquale Garofalo nel trattato delle medesime Terme, e da me ancora nella mia Raccolta1181. Ma avendo gli antichi Fasti, e qualche altra iscrizione, Barbaro e non Barbato, possiamo per ora attenerci ad essi. Sotto questo anno si vede una medaglia1182 battuta in onore di Antonino Pio, in cui gli è dato il titolo di Romolo Augusto. Ciò sembrar può strano; perciocchè questo pacifico e prudentissimo Augusto, secondochè scrive Capitolino1183, in tutte le sue parti fu lodevole, e tale che, per sentenza di tutti i buoni, e con ragione, veniva paragonato a Numa Pompilio. Era ben d’altro umore Romolo. Eutropio1184 ebbe a dire che siccome Trajano fu creduto un altro Romolo, così Antonino Pio un altro Numa Pompilio.




Anno di Cristo CLIX. Indizione XII.
ANICETO papa 10.
ANTONINO PIO imperad. 22.

Consoli

PLAUTIO QUINTILIO per la seconda volta e STAZIO PRISCO.

Quintillo è appellato il primo console in vari Fasti. Ho io scritto Quintilio, ed anche colla nota del secondo consolato, non conosciuto dagli altri, in vigore di un’iscrizione esistente nella biblioteca ambrosiana di Milano, e da me inserita nella mia nuova1187 raccolta. Che il secondo console, cioè Stazio Prisco, portasse il prenome di Marco, fondatamente lo conghietturò il cardinal Noris1188. Ci avvisano le medaglie1189, che in questo anno si celebrarono in Roma i vicennali dell’imperio augustale di Antonino Pio, veggendosi i voti pubblici affinchè egli

no match

pervenisse al terzo decennio dell’imperio suo. In tal occasione dedicò il tempio d’Augusto con averlo nondimeno solamente ristorato: del che parlano ancora le medesime medaglie. Credesi che in quest’anno fosse celebrato in Roma dal pontefice Aniceto il concilio1190, a cui intervenne il celebre san Policarpo, e dove fu decisa la controversia intorno al giorno in cui si ha da fare la Pasqua.




Anno di Cristo CLVIII. Indizione XI.
ANICETO papa 9.
ANTONINO PIO imperad. 21.

Consoli

TERTULLO e CLAUDIO SACERDOTE.

Il nome di Claudio, dato al console Sacerdote, non è autenticato da memoria alcuna sicura dell’antichità, e solamente si appoggia sopra una ragionevol conghiettura del cardinal Noris1185. In una medaglia1186 si fa menzione della Ottava Liberalità usata da Antonino Pio Augusto al popolo romano. Questa dal Mezzabarba è riferita all’anno presente, ma può egualmente appartenere ad altri anni o precedenti o susseguenti; perchè non v’è espresso il numero della podestà tribunizia. Fuor di dubbio è, che questo significa un nuovo congiario, con cui egli rallegrò il popolo romano.