Pagina:Amori (Savioli).djvu/134


Npag.png125

Spirto inquíeto, ond’ebbero
     Colpevol vita un giorno,
     Se te l’amara Nemesi
     Danna ad errar qui intorno:

Vedi a che orrendo strazio
     L’oppresso cor soggiace;
     Vedi, e se puoi consolati:
     Il tuo tormento è pace.