Apri il menu principale

atto primo. 29
discepoli e compagni d’arme, consentitemi una povera grazia.
ORAZIO.
Quale, mio principe? Ben lo vogliamo.
AMLETO.
Non dite mai quello che avete veduto questa notte.
ORAZIO e MARCELLO.
Nol diremo, signore.
AMLETO.
Sì, ma giuratelo.
ORAZIO.
In fede, signore, non parlerò.
MARCELLO.
Né io, signore, sulla mia fede.
AMLETO.
Sulla mia spada. 1
MARCELLO.
Abbiamo di già giurato, signore.
AMLETO.
Sì, ma sulla mia spada.
SPETTRO (di sotto terra).
Giurate.
AMLETO.
Ah! ah! garzone, dici così? Sei tu costà, mio valentuomo? Vieni oltre... Voi dite costui che è in grotta....2 acconsentite a giurare.
ORAZIO.
Proponete il giuramento, signore.
AMLETO.
Di non parlar mai di questo che avete veduto. Giuratelo per la mia spada.
SPETTRO (di sotto terra).
Giurate.
AMLETO.
Hic et ubique? Allora muterem terreno; venite qui, gentiluomini, e ponete le vostre mani sulla mia spada, e che non parlerete mai di questo che avete udito, giuratelo per la mia spada.
SPETTRO (di sotto terra.).
Giurate.
AMLETO.
Ben detto, vecchia talpa! Sai tu forar così presto la terra? Valente marrajuoio! Allontaniamoci di nuovo, buoni amici.
ORAZIO.
Oh luce e tenebre! Ciò è stranamente meraviglioso.
AMLETO.
E perciò diamogli i1 ben venuto, come ad uno straniero. Vi sono, Orazio, in cielo e nella terra più cose, che non sogni la nostra filosofia. Ma venite. — Qui, come prima, non mai, così la grazia vi soccorra, non mai, per quanto strana possa simigliarvi la mia condotta.... Se per avventura più innanzi io giudicassi conveniente di assumere maniere lepide, non mai, dico, e giuratelo per le vostre anime, veggendomi in tale stato, vi avverrà di stringere al petto le braccia, o di scrollare la testa, o di proferire parole vaghe, come, per esempio: «Bene, bene, sappiamo:» oppure: «Potremmo, se volessimo....» o «Se ci piacesse di parlare;» o «Vi è chi dovrebbe...;» o altresì frasi ambigue, dalle quali si potesse inferire che sapete qualche cosa di me.
  1. Warburton nota che qui il poeta ha conservato i costumi degli antichi Danesi, per cui era religione il giuramento sulla spada.
  2. In cantina.