Apri il menu principale

Pagina:Amleto (Rusconi).djvu/12


A M L E T O



ATTO PRIMO


SCENA I.

Elsinoro. — Piattaforma dinanzi alla Fortezza.

Francisco di guardia. Entra Bernardo e va verso di lui.


Bernardo.
Chi è là?
Francisco.
Rispondete a me; fermatevi, e dite chi siete.
Bernardo.
Viva lungamente il re!
Francisco.
Bernardo?
Bernardo.
Desso.
Francisco.
Venite con molta esattezza alla vostr’ora.
Bernardo.
Son battute in questo momento le dodici; va a letto, Francisco.
Francisco.
Vi ringrazio che veniate a rilevarmi; è un freddo acuto, e ho il cuore malato.
Bernardo.
Aveste una guardia quieta?
Francisco.
Non vidi muovere un sorcio.
Bernardo.
Bene, buona notte. Se incontrate Orazio e Marcello, miei compagni di guardia, dite loro di affrettarsi.

Entrano Orazio e Marcello.

Francisco.
Parmi di udirli. — Fermatevi! Chi è là?
Orazio.
Amici di questo paese.
Marcello.
E sudditi della Danimarca.
Francisco.
Vi do la buona notte.
Marcello.
Addio, onesto soldato. Chi vi ha rilevato?
Francisco.
Bernardo ha il mio posto. Buona notte (Esce.)
Marcello.
Olà! Bernardo!
Bernardo.
Dite.... è Orazio costà?
Orazio.
Un brano di lui.