Pagina:Alighieri - Comedìa, Foligno, 1472.djvu/91


CANTO XVIIII • ove I'grida contra li simoniachi in persona di Simone mago et di chi l'seguisce simoniando • Et tracta delle pene che si cosegue della simonia in persona di papa nicola deli ordini et e la terza bolgia. O Simon mago omiseri seguaci che Ie cose di dio che di bontate deggono essere spose voi rapaci Per oro et per argento avolterate or convien che per voi suoni la tromba pero che nella terza boglia state Già eravamo alla seguente tomba montati dello scoglo in quella parte capunto sopramezzol fosso piomba O summa sapientia quanta e larte ebe moflrincielo interra et nel malmcdo eejuanta ìufla tua uirtu comparto Io uidi perlecofle et perlofondo piena lapietra liuida difori dun largo tutti et ciafeuno era tondo Non mi parean menampi ne maiori ebe quei ebe fon nelmio bel fan giouani fatti perluogo debattezatori Lun dclicjuali ancor none multanni mppio perun ebe dentro uanegeaua et cjueflo fia fuggel cogni buomo fgani Fuor delabocca aciafcun fopercbiaua dun pcccator lipiedi et dclegambe

7fin algroffo elaltro dentro ftaua