Pagina:Alighieri - Comedìa, Foligno, 1472.djvu/11


il fece ſicuro del cammino per le tre donne
che dilui haueamo cura nella corte delcielo*


LOgiorno fenandaua at laere bruno
     tolleua lianimali che ſono interra
     dalle fatighe loro e io ſo luno
Ma parechiaua aſoſtener laguerra
     5ſi del cammin et ſi della pietate
     che ritrarra lamente che non erra
O muſa o alto ingegno or maiutate
     o mente che ſcriueſti ciò chio uidi
     qui ſi parra latua nobilitate
10Io cominciai poeta che mi guidi
     guarda lamia uirtu ſelle poſſente
     prima cha lalto paſſo tu mi fidi
Tu dici che di ſiluio ilparente
     corruptibile ancora adimmortale
     15ſeculo ando et fu ſenſibilmente
Pero ſe lauerſario dogni male
      corteſe fu penſando lalto effecto
      cuſcir deuia dilui elchi elquale
Non pare indegno adhomo dintellecto
     20che fu dellalma roma et delſuo impero
     nel imperio ciel per padre electo
Loquale elquale auoler dir louero
     fu ſtabilito per luloco fancto
     u ſiede ilſucceſſor del maggior piero
25Per queſta andata onde lidai tu uanto
     inteſi coſe che furon cagione
     diſua uictoria et del papale amanto