Pagina:Alfredo Panzini - Il diavolo nella mia libreria.djvu/69


Fiat voluntas mea.

Sono ritornato col pensiero a quello spettacolo di lusso e di lascivia muliebre, che il mio amico mi descriveva con sì accesi colori, e che gli ha fatto girare il cervello.

Esso è generalmente denunciato come un fenomeno di corruzione borghese. Si denuncia anche la depravazione delle fanciulle borghesi che si prostituiscono per una toilette! Si manda un grido di allarme per l’avvenire della razza. Se ne incolpano le copertine dei libri, piuttosto invereconde. Non mancano i profeti che annunciano: Ninive sarà distrutta! E siccome bisogna creare, così si crea dai profeti il mito della virtù proletaria.