Pagina:Alfredo Panzini - Il diavolo nella mia libreria.djvu/57

50 Il diavolo si diverte ::


inaccessìbili balze del monte Maiella. Un vero santo, anzi un eroe, di cui era cosi grande la fama che lo fecero papa. Ma si deve supporre che in quella gran lotta contro gli spiriti immondi che lo assediavano sotto forma di ridenti femmine grandi, egli rimase sì vittorioso, ma cosi disfatto da non reggere più nella battaglia contro gli uomini; e fece rinuncia al gran manto e non domandò che la morte.

Io stetti da principio sorpreso nel leggere come gli uomini di insigne intelligenza, come Giovanni Dun Scoto, San Bonaventura, lo stesso Santo Agostino si occupassero tanto di queste questioni sul diavolo, anche perchè la materia è veramente immonda. Una questione che essi fanno è se il diavolo si diverte mescolandosi in questi sporchissimi atti di lussuria con gli uomini e donne. Si risponde che no: il diavolo non si diverte affatto perchè egli non ha ossa né carne ove consiste tale dilettazione: cioè non ha materia. E allora sono rimasto lì un po’ inebetito perchè rividi quella che fu per tanti uomini e per tanti secoli