Pagina:Alfredo Panzini - Il diavolo nella mia libreria.djvu/54

:: Il diavolo si diverte 47


Credi tu che io non sappia le tue sceleritadini? Perchè pare che il marito avesse qualche sospetto su le relazioni di sua moglie col demonio.

Allora lei confessò tutto ingenuamente, e il marito le promise di perdonare purché ella lo menasse con essa seco alla detta congregazione.

Qualche volta erano i demoni stessi che venivan a trovare le mogli. E i mariti credeano che fossero uomini, e pigliando l'armi per ferirli e ammazzarli, quelli subito dispariano facendosi invisibili. E le mogli gridavano che non era vero niente!

Questo scherzo dei demoni era uno dei più frequenti in quei tempi, e aveva conseguenze gravi, perchè le mogli quando avevano sperimentati i demoni, trovavano i mariti assai insulsi. Foeminae in illius amore delectabantur, «le donne si dilettavano nell’amore del demonio»; scrive un antico teologo.

E poi domanda: «Quale era il segreto?»

Risponde : «Io l'ignoro»

Ho il sospetto di una cosa orrenda, che