Pagina:Alfredo Panzini - Il diavolo nella mia libreria.djvu/156


I gesuiti e Galileo.

Moltissimo doveva importare ai padri gèsuiti la stabilità di tutte le cose, e quindi anche della terra, su citi posano tutte le cose.

Ecco il gran cardinale Bellarmino, quell’uomo infaticabile che ha persino ridotto i libri sacri alla terza elementare della Dottrina Cristiana, e Galileo Galilei, alle prese.

«Signor Galilei, senta: lei è persona di buon senso : la smetta con quella sua faccenda di far girare la terra. Facciamo tanta fatica noi a tenerla ferma, e lei me la vuol mettere in movimento».

E il gran vecchio mi par che risponda: «Che cosa è questo piccolo movimento at-