Pagina:Alfredo Panzini - Il diavolo nella mia libreria.djvu/142

:: Satana sostiene il mondo 135


stesso che vi trattiene dal confessare questa forza, è documento di questa forza. La stessa virtù meravigliosa dell’astinenza dalla voluttà, dalla voluttà stessa procede.

«Perchè imprecate contro il Destino? Considerate il mondo come uno spettacolo di varietà: sempre vario ed uguale. Gira il girarrosto del tempo, come un caleidoscopio. Esso produce i più impensati spettacoli: sempre geometrici e perfetti.

«E il gioco dei re? Voi li decapitate, e poi tornate ancora a rifare il gioco dei re. Davanti, un pastore che trascina un caprone col campano, dietro, un cane; e in mezzo le onde, le onde delle pecore.

«Ritomo alle barbarie? Impossibile ! Sin tanto che io lavoro per voi questi graziosi figurini di moda, sui quali l’occhio vostro si posava poc’anzi, ogni ritorno alle barbarie è precluso, e il progresso della vostra civiltà è infinito.

«Ora sto ripassando le unghie dei vostri così detti pescicani sotto le forbici delle