Pagina:Alfredo Panzini - Il diavolo nella mia libreria.djvu/141

134 Il diavolo nella mia libreria ::

«Negli altri animali l'istinto sessuale è un fenomeno semplice, e risiede nei piani inferiori; e appare soltanto a determinato tempo, e non ha altro fine che la procreazione della specie. Così era anche nell’uomo.

«Io allacciai questo istinto al grande cervello, e le imagini allora si colorarono di meravigliosi colori. Cosi si formò là voluttà cerebrale, insonne, tormentatrice in ogni tempo. Ciò che per gli altri animali non altro è che oca, orsa, leonessa, per voi divenne Elena, Isotta, Beatrice trasfigurate. Così sorsero gli infaticabili eroi dal molto sangue: Achille, Alessandro, Sigfrido. Da ciò provenne ogni vostra arte ed industria. E questa splendente imagine della donna appare in su la prima pubertà, né v’è esperienza di anni maturi che possa distruggerla, come bene vi è significato da Omero, quando al vecchio Priamo, che vede Elena da presso, fa dire che è doveroso che tanti uomini muoiano per la bellezza di Elena. Il pudore