Pagina:Alcune operette di Bartolommeo Gamba bassanese.djvu/327


GASPARA STAMPA


PADOVANA.


Il suo ritratto, dipinto già dal famoso Guercino, ci mostra una delle più avvenenti e leggiadre donzelle che nate sieno sott’al cielo di Padova. Da genitori agiati e nobili venne a luce l’anno 1523, e passò con essi a fermar sua dimora in Venezia. Qui sino da giovanetta comparve maestra nel suono del liuto e della vivuola, e crebbe poi nell’amor degli studi, e soprattutto di quelli della lingua natia e della greca e della latina.

Gli aurei suoi costumi, le rare sue forme inspiravano in ognuno, che le si avvicinava, rispetto e tenerezza; e quando prese a scrivere in rima, lasciò tosto scorgere certo modo di comporre affettuoso e tenero, che non può dar che natura raggentilita dall’arte; sicchè degna di andar del pari co’ più illustri poeti s’avvisarono il Varchi fra gli antichi e ’l Tiraboschi fra i moderni di dichiararla. In età di 26 anni erasi invaghita di Collaltino di Collalto, spirito gentile, di signoril aspetto, di nobilissimo tratto; il quale per tre anni