Pagina:Alcune lettere delle cose del Giappone. Dell'anno 1579. insino al 1581, 1584.djvu/92


90 LETTERA che ’m vna cofulta che il padre fece co’i padri pia efperù in quefle parti, fi diuife tutto il Giappone d modo di Trouincie, compartendo il carico di quello gouerno in tre fuperiori-.de quali ciafcuiro tiene alla fua cura tutte le cafe, & re fidente, che fono -dentroì limiti del fuogoitermacciò conquesti tra,t afferò tutti i padri. & fratelli come col fuo [ape. riore immediato, lajciando al Fkeprouinciale la fopra intendenza di tutti àlqua’e cofi retta folleua co dal’incomportabil pefo. eh aliena di prouedere &fouucnire à tuttiin particolare, & poterà anco più commodamente attendere algouerno, &allc cofe vniuerfalf&i padri,& fratelli che fono nelle re fidente fa ranno più commodamente prouedu ti,&confolati,ejfend‘ ogni amo rifilati,prouededg più fpeditamente à loro bifogni. Si è anco dato or. dine di fare vn nouitiato acciò i Nouitij, che qui fi rie citano ftano accettati i & anco che nelle bande del fìmo,Bungo 1 & Meacofuffera cafe.doue habitaffero alcuni denofìri, & quiui attendefero à gl‘ effejt’cìùj della Compagnia,imparando lelingue,& fcientie& cofi il nouitiato fù fatto in Vfoqui,& il collegio in Funai,che ambedue fono citta principali di Bugo.difcoflo vna dall’altra circa xx. miglia. Si diede anco principio à duefeminaru digiouanet li Giappone fi,parendoci quello vnico remedio, per conferuatixme & aumento della Chrisiianita;perchè co fiderate le qnalitàdel paefe,& le molte dif ficoltà che s’offerifcono nell’ammaciìramcnto, cójematme di qucjia nona chiefa,& codurre atti ù vn’’