Pagina:Alcune lettere delle cose del Giappone. Dell'anno 1579. insino al 1581, 1584.djvu/86


  • 4 LETTERA

puote ciò metter in effecutione. Intendiamo però che nel campo douc egli è, matiene tutta via i fuoi tuoni proporti, perchè pocofà cifcriJJ’evnfuofe. cretario che detto Trincipe lofoìlecitauaà farfi Chrifliano,poichè egli banca à efier prcflo. Sono due mefi che iò uò vifitado le chiefc del re gno diCauaejui.il mio compagno Cofmoèfi buon operano che fa ogni diquattro& cinque & tal voi ta fei preiiche,con molto frutto fi de Cbrifliani come de getili. In quejla città di Sacai, che è vna del le principali v’ègran cocorfo alle prediche, & due giorni fono che batterai vn medico molto qui cono feiuto & Stimato,per efferhuomo dodiffimo, & di raro giudicio,& prattico in tutte le leggi del Già pone. CoSlui dopò che per via delle prediche, fu tocco à conuertirfe à NoSìro fignore andana per fuadendo àfuoi parenti & amici che veniffero ai vdir la vera flrada della fua falute, qual egli già hauea trouato;& fperiamo che ’bf. Signor l’babbi da pigliar per infiromento di conuertir tutta que fta Città. In vna terra che fi chiamaNoccu haDio benedet to operato quell’anno molti miracoli,come di èque ciechi,che finito di riccuere il fantto battefimo fubito ricuperarono perfcttijfma villa,&divn leprofo, che ejfendo già tutto confumato dal male, dimandò configliò ad vn chrifliano fuo amico come poteffe fare per guarrirc,& egli gli perfuafe che per che la Chiefa noftra era vn poco lontana, andaffe ogni di con gran fede à vifitare vna Croce, ebefiauaap-