Pagina:Alcune lettere delle cose del Giappone. Dell'anno 1579. insino al 1581, 1584.djvu/120


li8. LETTERA Delle Cafe, & Refidenze di Meaco. A ncorché il Meacofoffe come le altre parti co guerra turhato,nondimeno quivi i notici fono Siati più quieti,che altrouc-,perchè li [ignori partii colari non ci fonoflati molefii,& Nobunanga benché gentile ci fa grandi fauom con che la compagnia in quelle bande retta con’molto credito, %r la Chriftianìtà affai confolata. Cofiui battendo crudel guerra conraqui,& 0[acqua,i quali tnfte me confltnanguccbie fi erano confederati centra Imi]finalmente prcfe le loro fortegge, facendo gran deflragge &crudeltà, [agendo però ^4raque,do.ue era Ofacqua.Fra quei che prcfe fà Dario padre di Giufto huomo magnanimo,&principale C hrtftia. no di quelle partici quale per faluarei figli di Giufto,ft diede in ottaggio ad jLraqtà pertiche Nobunanga era molto in colera con effolur,rnà per rifpet to di Giulio fuo figlio, & per le orationi di <- briflia ni li perdonò la morte,cattivandolo però affrantete con’lunga prigione,e fìnalmète^dipoi lo. ibero affatto per amore dello ifiefio Giulio, ilquale ha nelle fue tene quattordici milita Cbrifliani. Vn’altro alro cafofintile occorfeà Sampaco, & à Manfto fuo figlio,quali fono i più nobili & princi pali cbrifliani del regno di Cauachi,nel quale fiatino cinque milia Cbrifliani. Codoro furono accufati à Nobunanga per traditori Per prò va di que (ìomoflrauano vna lettera.del. pf-nttrtàgucà, qua: le feri