Apri il menu principale

Pagina:Albertazzi - Il diavolo nell'ampolla, 1918.djvu/29


Il camiciotto rosso 21


Non c’era scampo; o non lo soccorreva, l’antico complice, e lo Scricco avrebbe presto o tardi rivelato a tutti l’antica complicità, la generosità che non riceveva compenso; lo soccorreva, e la gente chiederebbe per che vincoli egli fosse tenuto a un avanzo di galera e qualcuno rinvangherebbe il passato e scoprirebbe il principio di quella fortuna che in gelosiva gli uguali d’un tempo e i nemici d’adesso. Nessuno scampo.... finchè il complice che aveva scontato per lui, viveva. Diciott’anni! Pareva ieri; e una denunzia sarebbe forse ancor valida! Diciotto anni, a Portolongone, a Castelfranco; ed era tornato, quel miserabile, a guardarlo in faccia e a dirgli con gli occhi: — Son qui. O mi aiuti, o ti smacco!

Ma che varrebbe comperarne il silenzio? Dimostrando obbligazione a un galeotto non dimostrerebbe che ladro era stato anche lui?

Così Sandro Molenda — lo saprebbe tutto il mondo — aveva fatti i quattrini. Ladro! Nessuno scampo finchè lo Scricco viveva!

....D’improvviso, al passare d’un biroccino, i buoi balzarono; e lo Scricco fece appena in tempo a scansarsi, a trattenerli. Sandro strinse gli occhi. Nel riflettere raccoglieva sempre lo sguardo sotto le grosse ciglia. Dunque erano ombrosi? No: uno si era