Pagina:Aganoor - Leggenda eterna, Torino, Roux, 1903.djvu/73


 
Passa lento il corteo. Forse le prore
repubblicane ad acclamar vincenti,
tonache e stole un dì non altrimenti
moveano, al lume dell’adriache aurore.

Sta sul ponte il corteo. Ma il giorno muore
oggi nei flutti algosi e sonnolenti,
ma una pace d’oblio tiene or le genti
che fur della lontana Asia il terrore.