Pagina:Aganoor - Leggenda eterna, Torino, Roux, 1903.djvu/71


 
O distese di prati,
o sfumature molli
di cilestrini colli
dai vertici rosati;

Pia brezza vespertina,
onde modeste e chete,
l’anima mi rendete
di quando ero bambina!