Pagina:Aganoor - Leggenda eterna, Torino, Roux, 1903.djvu/54


 
        Stelle chiare,
        voi ridete,
        nè sapete
        queste mie pene segrete,
        queste mie lagrime amare.
In quel vostro di quïete
        curvo mare
        sono forse velate are
        su cui vivide spendete
        sempre liete,
        sempre ignare,
come i ceri sull’altare?