Pagina:Aganoor - Leggenda eterna, Torino, Roux, 1903.djvu/48


 
Quando ti vidi per la prima volta,
l’anima mia si chiese:
— già non mi vinse il fascino
di quello sguardo? e come?
e quando? e in qual paese?

Quando parlasti, dentro la memoria
risonò l’affiochita
eco d’un’altra voce
e d’un’altra parola
non so più dove udita.

Chiara, precisa, del ricordo strano
non una forma sola.
Penso e ripenso invano: —
di chi fu quella voce?
quale fu la parola?