Pagina:Aganoor - Leggenda eterna, Torino, Roux, 1903.djvu/47



Rabbrividir d’amore...
restar muti, così, senza guardarsi
quant’è lungo il cammino
in quel sogno divino,
mentre le ardite brezze
scambiano baci coi mandorli in fiore,
baci fragranti e tepide carezze
senz’ombra di sospetto e di rossore.