Pagina:Aganoor - Leggenda eterna, Torino, Roux, 1903.djvu/276



E quelle che il desìo non dettò, quelle
    dell’anima, incorrotte...,
o mia dolcezza, le ghermì le ghermì la notte
  per vestirsi di stelle.