Pagina:Aganoor - Leggenda eterna, Torino, Roux, 1903.djvu/233



Oh se mai di laggiù, dietro quel folto
non d’Euro nato volator corsiero,
non divina beltà, non cavaliero
d’armi raggiante o in persi drappi avvolto;

ma sulla fronte arruffatello e nero
il crine, e dietro in lunghe trecce accolto:
ridente il bruno ritondetto volto,
sfavillante l’aperto occhio sincero,