Pagina:Aganoor - Leggenda eterna, Torino, Roux, 1903.djvu/174



  Son tanti anni che dormono
i forti eroi distesi nella fossa!
tanti anni che sparirono
i cavalieri dalla toga rossa!
  
  Di Barbarossa il fremito,
che a San Marco portò d’Illiria il vento,
son più di sette secoli
che dentro l’onda paludosa è spento.

  Non più giocondi ondeggiano,
d’un tratto sciolti a sgominar la notte,
sull’alta torre i vigili
bronzi, saluto alle tornanti flotte;

  e invan quei santi attendono
che un suono, cui li aveva il tempo avvezzi,
che un urlo di vittoria
di quel tedio infinito il gelo spezzi...