Pagina:Aganoor - Leggenda eterna, Torino, Roux, 1903.djvu/156



Angiol di bontà pieno,
conosci l’odio? i pugni
stretti nell’ombra, e il piangere
lagrime di veleno,
quando la maledetta
voce della vendetta
— triste duce dell’anima —
a comandarle sorse?
Angiol di bontà pieno,
l’odio conosci forse?

Angiolo di salute,
conosci tu le febbri
che dell’ospizio lungo
le muraglie, sparute
com’esuli, sen vanno
lente pel grave affanno
cercando il sole e tremule
le labbra a guisa d’ebbri?
Angiolo di salute,
conosci tu le febbri?