Pagina:Aganoor - Leggenda eterna, Torino, Roux, 1903.djvu/155


da Baudelaire)

Angiolo pien di gioia,
conosci tu l’angoscia,
la vergogna, il rimorso,
le lagrime, la noia,
e il terror che ci prende
in certe notti orrende
quando il cor, come un foglio
gualcito in pugno, scroscia?
Angiolo pien di gioia,
conosci tu l’angoscia?