Pagina:Abrabanel, Juda ben Isaac – Dialoghi d'amore, 1929 – BEIC 1855777.djvu/383


la circolarità degli esseri 377

circulo ha due mezzi: l’uno è dal principio, cioè il punto al piú distante da lui, che è il suo mezzo, e il secondo mezzo è da quel punto piú distante fino al ritornare in lui.

Sofia. Nel circulo figurale cosí è: ma dimmi come si truova cosí nel circulo di tutte le cose.

Filone. Essendo il principio e fine del circulo il sommo produttore, il mezzo di quello è discendendo da lui fino a l’infimo piú distante da la sua somma perfezione: però che da lui prima succede la natura angelica per suoi ordinati gradi di maggior a minore, e di poi la celeste con suoi successivi gradi, dal cielo empireo, che è il maggiore, fino al minore, che è quel de la luna; e da quello viene nel nostro globo piú infimo, cioè a la materia prima, che è de le sustanzie eterne la meno perfetta e la piú distante da la somma perfezione del creatore, però che, si come egli è il puro atto, cosí essa è la pura potenzia. In questa si termina la prima medietá del circulo de li enti, descendente dal creatore per gradi successivi da maggiore a minore fino a essa materia prima, infima d’ogni grado di essere: da lei il circulo volge la seconda medietá, ascendendo da minore a maggiore (come di sopra t’ho detto), cioè da la materia prima agli elementi, di poi a li misti, di poi a le piante, di poi agli animali, di poi a l’uomo ne l’uomo; da l’anima vegetativa a la sensitiva, e da quella a l’intellettiva; e negli atti intellettuali da uno intelligibile minore a un altro maggiore, fino a l’atto intellettuale del supremo intelligibile divino, che è l’ultimo unitivo non solamente con la natura angelica ma, quella mediante, con essa suprema divinitá. Vedi come la seconda medietá del circulo, ascendendo li gradi de li enti, viene a terminarsi nel primo principio divino come in ultimo fine, integrando perfettamente il circulo graduale di tutti li enti.

Sofia. Veggo l’integritá del mirabil circulo de li enti in la sua graduai ordinazione; e se bene un’altra volta me l’hai significata ad altro proposito, tanto mi satisfa e diletta l’intelletto che sempre m’è nuova. Ormai mi puoi mostrare il circulo degli amori in ordine graduale, di che è il nostro proposito.

Filone. Cosi come l’essere nel primo semicirculo procede