Pagina:AA. VV. – Sonetti burleschi e realistici dei primi due secoli, Vol. I, 1920 – BEIC 1928288.djvu/163


157

XVI

FOLGORE DA SAN GIMIGNANO

I

Enumera i sette membri della brigata, alla quale dedica i sonetti dei mesi.

A la brigata nobile e cortese,
e ’n tutte quelle parti, dove sono,
con allegrezza stando sempre dono
4cani, uccelli e danari per ispese,
ronzin portanti, quaglie a volo prese,
bracchi levar, correr veltri a bandono:
in questo regno Niccolò corono,
8per ch’elli è fior de la cittá sanese;
Tengoccio e Min di Tengo ed Ancaiano,
Bartolo e Mugavcro e Fainotto,
11che paiono figliuoi del re Priáno:
prodi e cortesi più, che Lancilotto;
se bisognasse, con le lance in mano
14farian torneamenti a Camclotto.