Pagina:AA. VV. – Opuscoli e lettere di riformatori italiani del Cinquecento, Vol. I, 1913 – BEIC 1888692.djvu/42



armi della luce, non in banchetti ed ebrietá, non ne’ letti e nelle lascivie, non nelle contenzioni; ma vestitevi nel signor Iesú Cristo, e non fate conto della carne nelle concupiscenzie». Onde il vero cristiano, innamorato di Cristo, dice fra se stesso: — Poiché Cristo, non avendo bisogno di me, m’ha ricuperato col suo proprio sangue, ed è divenuto povero per arricchir me, medesimamente io voglio dare la roba e la vita propria per amore e salute del prossimo; e, si come io mi sono vestito di Cristo per lo amore che mi ha portato, cosí voglio io che ’l mio prossimo in Cristo, per lo amore che io li porto per amore di Cristo, si vesta di me e delle mie facultá. — E, se non fa in questa maniera, ancora non è vero cristiano, perciocché non bisogna che alcuno dica: — lo amo Cristo, — se non ama i membri e gli fratelli di Cristo. Se noi non amiamo il prossimo nostro, per lo cui amore Cristo ha sparso il suo proprio sangue, non possiamo con veritá dire che amiamo Cristo, il quale, essendo eguale a Dio, fu ubbidiente al Padre infino alla morte della croce, e ci ha amati e redenti, donando se medesimo a noi con tutte le sue opere e con tutto quello che possiede. In questo medesimo modo noi, ricchi e abbondanti dei beni di Cristo, dobbiamo essere ubbidienti a Dio, e offerire e donare le nostre opere e ogni cosa nostra e noi medesimi alli prossimi e fratelli nostri in Cristo, servendoli in tutti i loro bisogni ed essendoli quasi un altro Cristo. Si come Cristo fu umile, mansueto e remotissimo dalle contenzioni, cosí noi dobbiamo metter tutto il nostro studio nella umilitá e nella mansuetudine, fuggendo tutte le risse e le contenzioni, e non meno quelle che consistono nelle parole e nelle dispute, che quelle che consistono nei fatti. Si come Cristo tollerò tutte le persecuzioni e le confusioni del mondo per la gloria di Dio, cosí noi allegramente debbiamo sostenere le ignominie e le persecuzioni, che fanno i falsi cristiani a tutti coloro che vogliono vivere piamente in Cristo. Cristo puose l’anima sua per li nemici suoi e orò per loro in croce, e noi debbiamo sempre orare per li nemici nostri e ponere volentieri la vita nostra per la salute loro. E questo è seguitar le vestigia di Cristo, come dice san Pietro; perché, quando conosciamo Cristo come cosa nostra con tutte le sue ricchezze (il che è vestirci