Pagina:AA. VV. – Opuscoli e lettere di riformatori italiani del Cinquecento, Vol. I, 1913 – BEIC 1888692.djvu/295


INDICE I. Trattato utilissimo del beneficio di Giesú Cristo crocifisso verso i cristiani.» P

Alli lettori cristiani.» 3

Capitolo I. Del peccato originale e della miseria dell’orno.» 5

Capitolo II. Che la legge fu data da Dio, acciocché noi, conoscendo il peccato e disperando di poterci giustificare con le opere, ricorressimo alla misericordia di Dio e alla giustizia della fede.» 7

Capitolo III. Che la remission delli peccati, e la iustificazione, e tutta la salute nostra depende da Cristo.» 9

Capitolo IV. Degli effetti della viva fede e della unione dell’anima con Cristo.» 16

Capitolo V. Come il cristiano si veste di Cristo.» 34

Capitolo VI. Alcuni remedi contra la diffidenzia....» 39

Tavola d’alcuni luoghi piú principali della presente opera.» 59

II. Lettere di valdesiani.» 61

I. Lettera dedicatoria preposta da Celio Secondo Curione alle Cento e dieci divine considerazioni di Giovanni Valdés» 63

II. Marcantonio Flaminio alla signora Teodorina Sauli.» 68

III. Marcantonio Flaminio a Carlo Gualteruzzi.» 72

IV. Marcantonio Flaminio a Pietro Carnesecchi.» 74

V. Marcantonio Flaminio all’illustre Galeazzo Caracciolo.» 80

VI. Marcantonio Flaminio a messer Cesare Flaminio.» 86

VII. Marcantonio Flaminio a messer Ulisse Bassiano.» 90

VIII. Vittoria Colonna a Giulia Gonzaga.» 93

IX. Iacopo Bonfadio a Pietro Carnesecchi.» 95

X. Giulia Gonzaga a Pietro Carnesecchi.» 97

XI. La medesima al medesimo.» 98

XII. Pietro Carnesecchi a Giulia Gonzaga.» 99