Pagina:AA. VV. – Opuscoli e lettere di riformatori italiani del Cinquecento, Vol. I, 1913 – BEIC 1888692.djvu/148



impiamente se la sono usurpata, e finalmente distrugge el regno d’Antecristo. Però non è da meravigliarsi, se dalli falsi cristiani e dalli membri d’Antecristo è perseguitata; ché, se la non diminuisse l’autoritá, né facesse danno all’entrate, se ben fosse a Cristo contraria, gl’impii non se ne curarebbero. Però s’affaticano per defendere el loro stato, non per zelo dell’onore di Dio; il che è manifesto a chi vede quello si tollera, favorisce e opera da essi. Hanno anco difficultá a crederla, perché sono stati nutriti in una via totalmente a questa contraria, talché, subito che gli parli della giustificazione per Cristo o della fede, subito ombrano, e, come se dicessi un’eresia, non pur ti vogliano ascoltare; e, se pure t’odano, gli viene nella mente che la Chiesa tiene el contrario, e s’ingannano, imperocché la Chiesa di Cristo sempre ebbe e avrá questa fede. Gli occorre anco che molti santi hanno magnificate l’opere. A questo dico che non fu, né sará mai alcuno, che sia santo, se non per mezzo della giustificazione per Cristo; e chi gl’impugna o non la crede è dannatissimo, se giá non fosse falso quel che hanno scritto gli apostoli. È ben vero questo: che Cristo, Paulo, gli apostoli e altri santi hanno sempre magnificato l’opere buone, si come si debba. E questo, perché molti, non avendo di Cristo se non una certa morta opinione, vivevano licenziosamente, dandosi alli vizi in libertá di carne: però furono sforzati a magnificare l’opere buone come necessarie, non perché giustifichino, ma perché è necessario che come frutti di spirito sieno in quelli che hanno viva fede e sono giustificati. Le magnificarono anche come doni di Dio e segni della sua volontá, i quali ornano la Chiesa di Cristo, edificano el prossimo e ci confirmano in fede, si come scrisse Pietro. A molti anche pare una dottrina nova, ed è vero a essi; ma, se avessero vero lume delle Scritture sacre, le quali tutte tendono a questo fine, vedrebbero che è dottrina antichissima, nota agli eletti di Dio dal principio del mondo fino a ora, e cosí sará sempre. Gli è anche difficile, perché vedono che molti