Pagina:AA. VV. – Opuscoli e lettere di riformatori italiani del Cinquecento, Vol. I, 1913 – BEIC 1888692.djvu/144



espresse Cristo, parlando con la samaritana della sua dottrina, quando disse: «L’acqua, ch’io gli darò, sará fatta in esso un fonte d’acqua viva, che salirá in vita eterna». Da poi adunque che questa fede della giustificazione per Cristo nasce tutta da Dio, e tutta ritorna in suo onore, bisogna per forza dire che è tutta divina. Va’, vede un poco, e considera l’impie religioni delli uomini, le quali hanno avuto origine da essi e non da Dio, e trovarai che tutte almanco in qualche parte magnificano l’uomo e non dánno tutta la gloria a Dio. Di poi la prudenza umana non si sarebbe mai immaginata che Dio amasse tanto el peccatore, che, per salvarlo, mandasse el proprio Figlio, e volesse salvarci, e volesse che morisse in su la croce per salvarci, e farci di Dio figli ed eredi. Questa fu una cosí eccessiva caritá, che transcende e passa ogni uman pensiero, massime perché i peccatori hanno l’animo vile, abietto e basso: però non si sarebbero mai immaginato una si alta sapienza, magnifica liberalitá, eccessiva caritá, incomprensibile misericordia e inestimabile bontá di Dio verso di loro. Di poi, se la giustificazione per Cristo fosse una falsa immaginazione d’uomini, l’uomo avrebbe saputo avere di Dio migliore opinione di quella che è in veritá, e se ne sarebbe troppo promesso, avrebbe avuto in lui troppa speranza e confidenza, pensato che Dio gli avesse mostrato piú amore che non ha, e finalmente si sarebbe ingannato in avere di Dio piú alti e divini concetti di quello che è in veritá. Or vedi se questi sono inconvenienti. Appresso, se la fosse invenzione umana, gli uomini carnali, visto che gli è inimicissima, perché sbatte per terra tutto l’uomo carnale e l’annichila, non l’avrebbero predicata e favorita. E, se ben fusse stata predicata, gli uomini, spaventati dalli lor peccati, da l’ira di Dio e dalla sua giustizia, non avrebbero mai creduto che Dio l’amasse tanto, e con si ferma fede, che per questa veritá, lassando tutto, avessero esposto la propria vita ad ogni pena, tormento e cruciato, si come hanno*fatto i martiri; imo gli sarebbero stati contrari, si come sempre sono stati. Però