Pagina:AA. VV. – Fiore di leggende, Cantari antichi, 1914 – BEIC 1818672.djvu/383



— 6 E n’ha — 8 E iratírn fuor — XIX, i Bon. e come d. f. tre; M ben due — 2 E domandò c. — 3 Bon. lo — 4 M e corno neglion sua — 5 E il re con tutta sua f.; Bon. el re fu preso con la sua mogliera; manca persino la rima! —6 Bon. e tutte l’arme tolse lor d’ali. —7 Bon. tanto cavalca che ’n suo; M e tanto va quella donna ch’ell’entra — XX, 2 Bon. fecie — 3 Bon. Poi che — 5 Bon. ben sa’ tu poi che mi v. f. — 7 E ond’ io farò — 8 Bon. per tuo amore costr. ; M di tuo—XXI, 1 E ritrovava; M di’ re — 3 KM E de’ ferestieri — 4 E che ciascuno sgonbrasse — 6 Bon. ritornò ciascheduno in — 7 Bon. sapendosi che il re — XXII l’ott. è omessa in M —4 Bon. in arine et in rumore — 5 Bon. che savio era e bene; E sicome s. e a. —6 Bon. alla sua donna ebbe scritto il —7 Bon. incarce- rato — 8 K sagreto — XXIII, 1 Bon. Quando — 2 Bon. quant’ — 3 Bon. fece venire presto in suo; M per tutto — 7 U e cavalcaro assai per tal — 8 Bon. ove prig. era il — XXIV, 1 Bon. E la sua gente quella cittá s.; U ell’assedie la cittá, che non era — 2 Bon. che niuno ent. non vi può ne use.; U potea — 3 Bon. mesi e piú vi fece star la — 4 M potien; U pos- son; Bon. potean —5 Bon. apriron... dier; KE diede U di che aperser la porta della — 8 M ch’era tenuta ; Bon. ed E: l’ha tenuta—XXV: l’ott. è omessa in M — iU passando poi per una s.; Bon. cavalcando per la s. — 2 Bon. donna si — 4 E il f. — 6 K temendo — 7 U e pur veggendo che noii potean p. ; E dissem — 8 U tornare ad. per p. ; E indietro—XXVI, UE alla marina; Bon. quando fur giunti del mare alla riva — 2 UE che mal far s’ing. — 3 U un es.; Bon. fece p. m. che es. — 5 U ed uno messaggio; Bon. de’ romani appariva ; E venia — 6 Bon. et al re — 7 M e disson i romani — 8 E che tu meni; Bon. eh’è menata — XXVII, 1 UM il re sopra di ciò — 3 Bon. Disse: Poi Dio — 5 U Poi fur partiti che non giron un; E e poi gir forse un; M ne giro — 6 E quell’armata—8 U e con suo gente si tornò in oriente—XXVIII, 1 M giunse; U Tornato... lo re— 2 U per t. lo suo g ; E ’l regno e gran; Bon. ch’è suo gran — 4 U il — 5 M giunti ; U e poi incominciò e prese a — 6 Bon. dal piè fino a! 7 Bon. tutti gli ing. che f. gii a — 8 RnN Quella falsa: U f. gl’ avea [’l] Signor della Spina — XXIX, 1 U tal — 2 UE gridando tutti — 3 KEM mandi(vi)si oste; U gente che quella cittá arda—5 U e quella; E la terra tutta — 6 U e diesi a lei si gravosa— 7 E risposte — 8 EU vi fe’ — XXX, r E cotal ; Bon. U quando la donna tal n. nota — 2 K dove l’oste; M quella donna l’oste ebbe; E a quella donna che l’oste; U Bon. che quello re l’oste gli ha b. —3 M malcometto; E malcometter — 4 E subito a macometto — 5 U davanti a la sua — 6 U e Bon. S’ tu hai forza, ora — XXXI, 1 K Po’; E Però — 4 K barun — 4 U manda — 5 E disseli ; M male.—6 Bon. ch’ha la sin.; U ella ra- gione; E della mia s. — XXXII, 1 Bon. parti allegramente—2 U poi Mac. — 3 U e Bon. perché a simil cosa s’era dato ; K n’era ; EM egli era — 4 U acciò s.—7 U giogante e di grandezza — XXXIII, 1 E un calabrone — 2 E avea acciesi—5 M quatt’uomini avia; E omini legati — 6 E una