Pagina:AA. VV. – Fiore di leggende, Cantari antichi, 1914 – BEIC 1818672.djvu/370



X La Regina d’Oriente si legge in un numero notevole di ma- noscritti. K. — Codice Kirkup. Manca il primo fascicolo del codice, sicché il cantare si inizia al quinto verso della íx ott. del secondo cantare. La perdita di quelle 16 cc. deve essere assai antica, poi- ché due diverse mani del Quattrocento notarono in alto allac. 17 a: «Chomincia i chantari della reina d’oriente». Il resto segue fino a c. 24 b: sono omesse due ottave, la íx e la x del terzo cantare. Per la sua compiutezza, questo codice del Trecento che, unico, rac- coglie insieme le sparse opere pucciane, e per altre ragioni, che sono state messe in evidenza dal Morpurgo, deve ritenersi assai prossimo all’autografo. Naturalmente l’ho tenuto a fondamento di questa edizione, senza per ciò obbligarmi ad una fedeltá pedis- sequa e cieca, perché in molti luoghi la sua lezione è meno lim- pida di quella di altri manoscritti, o si rivela addirittura errata. E. —Cod. Moreniano-Bigazzi CCXIII, c. 91 b: «Qui incomincia la reina d’oriente». Le pagine 100-104, mutile, sono state restau- rate dal moderno legatore e poi completate col testo dell’edizione Bonucci. M. — Biblioteca Marucelliana di Firenze, cod. C. 265. Grosso volume cartaceo, di cc. 182, racchiuso in una dozzinale, ma an- tica legatura di cuoio e di assicelle di legno. Fu messo insieme o almeno acquistato nel Quattrocento da un amatore, nonché della letteratura leggendaria, anche del vino: da Baldese di Matteo «vi- nattiere alla Nave» in Firenze. La Regina d’Oriente comincia, senza titolo alcuno, a c. 49, e, a tre ottave per pagina, occupa le cc. 49-80 b; dopo di che è l ’explicit: «Finissi questo libro». Pel tipo della composizione, questo volume si avvicina e si rassomiglia a quello Moreniano-Bigazzi, che pur contiene VApol- lonio e poi la Reina d’Oriente. E anche per la lezione gli si affratella; cfr., per esempio, iv, 1 ; v, 2 ; vi, 5-7; vili, 3; íx, 2-yò-T, x, 1, 5-6-7, ecc. Sono omesse le ottave xxii e xxv del iv can- tare e vi sono parecchi errori di scrittura e di interpretazione. U. — Cod. 158 della Bibl. Univ. di Bologna. Bel voi. di per- gamena del sec. xiv, scritto a due colonne, con rubriche, illu- strato da F. Zambrini nella Prefazione al Libro della cucina del