Pagina:AA. VV. – Fiore di leggende, Cantari antichi, 1914 – BEIC 1818672.djvu/363



chom f. — 3 E certo; D che[d] — 5 D e non sono chavaliere — 6 E pur dir — 7 D in sul chapo; E essi al campo — 8 E ricred. — XXXV, 1 E se non vi b. — 3 E ’m altra bella donna il mio chor uza — 4 E nobile e bella e d’ogni buom — 5 E le sue belle sono oltra misura — 6 D e a lanitna mia el corpo; E è ’n suo — 8 E Figliuola di reina — XXXVI, 1 D [al- lora]; E Disse el duca al barone—3 E testa — 4 E voi mi sgomberiate — 5 D intende — 6 E se prima non mi fate chiaro — 7 E in cui avete ogni speranza — XXXVII, 1 D allora; E dal — 2 D meno — 3 D raa- ninconoso (ripetiz. del v. 1); E doglioso — 5 D cuore; E entro se stesso dicieva: Ho fresco — 6 E Donzella ’l nostro; ED amore — XXXVIII, 1 D Lo stare — 2 D potere menare; E recitar... a tal D e tal — 3 D [s]io — 4 E dove di gloria rilucente ha lume — 6 E ogni buon chostui — XXXIX, 2 E ben lascero il — 6 E traditori som messo — 7 E no mi parto... iscopra D amore noischo — 8 E e giamai chotal fallo non ri- cuopro — XL, 2 E bem pareva D dolore — 4 E ed era giá — 5 E in questo si gli — 6 E prestamente senza far — 7 E personalmente — 8 E dove il sir — XLI, 1 E e quel baron — 2 E giá D pelle scale — 4 E et il viso; D in sul viso — 5 D crucciata — 6 E duchera — 7 E chol’altra D ella sua — XLII, 2 E Dise ’l duca: Barone, or ti c.; D [co]si [rijconf. — 4 E se tu m’avessi; D se[ben] ttu — 5 E Or... io ti — 6 E anima mia — 7 E è la d. che si ti t. — XLIII, 1 E cavalieri... partiti; D cha due partiti — 3 D diventogli le sensa sbigottiti ; E diventoli i sensi — 4 E el suo fresco cholor divenne burbo; D dubio — 5 E chon suo membri uniti; D come e’ morti ignudi — 7 E da lingua i denti — 8 E disse sire; D [disse] mostrerotoli — XLIV, 2 E pare el sire el — 5 E segreto; D baron(e); E donna per amor col cavalieri — 7 D fuora giardino; E e di — 8 E sotto un ciesto doppo una — XLV, 1 E Essendo il baron solo nel — 2 E fene la cucciola — 3 D fiori — 4 E chiamò — 6 E cercò — 7 E tutto d’intorno — 8 E se veruno — XLVI, 1 E ben cerco; D ben cercato — 2 E ella n’ando nella z. amorosa — 6 E ’l duca dentro — 7 E misel sotto — 8 E una sponda — XLVII, 1 E E in quel mezzo avea fatta la chuma D In questo mezzo avia fatto laghuzza — 2 E la gientil damigella; D giá quella — 3 D e perciò stante allei fa venuta; E al giardin — 4 DE volea — 5 E ella non pensava esser tradita — 7 D del traditore — 8 E col drudo suo prese — XLVIII, 1 E E quel barom — 2 E tener noi puote al tutto — 3 E di lista — 5 D Voi mi mostrate — 7 D Mancherebevegli ; E Man- cherebevi eli — 8 E che vi sia in talento — XLIX, 2 E contaminato lo chor — 3 E la qual mi fa — 5 E segli è — 7 E saccumiataro — 8 E mille volle si baciaro — L, 1 E Poi se ne; D dama — 2 E chola — 3 E ver- zieri — 4 E se ne gl — 5 E diciendo — 6 D et in d. — 6 D sembianti — LI, 1 D istesa — 3 E Quando fu a letto — 4 E Levossi e voleasi rivestire — 5 E giurando di non mai — 6 E se prima non volesse far — 7 E che li fece — 8 E e allui volle far onta ed. — LII, 1 D El d. irato disse — 2 E (si) un gram — 4 E ha il suo amore a tal donna donato — 5 E piú bell’è