Pagina:'O luciano d"o Rre.djvu/92

92 Note


Cane ’e chiazza, cani di piazza, cani randagi. L’allusione del luciano del Re è chiara. Egli chiama cani randagi coloro che venivano nel Regno delle due Sicilie in cerca, secondo lui, dell’osso...


OTTAVA 20.ª

A sciumme, a fiumi.

Scartellato, gobbo.


OTTAVA 21.ª

Sivo, sego.

Spurpato, spolpato.

Cummène, conviene; da cummenire o cummeni.


OTTAVA 22.ª

Aggrisso, aggressione, soperchieria.

A rrobba, la roba, la proprietà.

Nfrisco, in fresco; e, figuratamente, come qui: in sequestro, in confisca.


OTTAVA 23.ª

E grasse, di grasso, con abbondanza.

Dudece carrine, dodici carlini; antica moneta napoletana.