Apri il menu principale

Nobil gara tra' Numi in Ciel s'accese

Angelo Poggesi

N Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Nobil gara tra’ Numi in Ciel s’accese Intestazione 8 settembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Angelo Poggesi


[p. 344 modifica]

IV


Nobil gara tra’ Numi in Ciel s’accese
     Di coronar, Vittorio, il tuo gran merto:
     Io; disse Apollo, del mio laureo serto
     Il debb’ornar, che mai dolce arte apprese
5A me convien, Cillenio anche a dir prese,
     Che lo rendei nel ben parlar sì esperto:
     A me, proruppe Astrea che’l dubbio incerto
     Mar delle Leggi mie scorse e comprese.
Or via pongasi fine alla gran lite,
     10Replicò Apollo; niun di voi giù scenda
     Ma pur si faccia in questa guisa: udite
Per man del nostro alto Averanio ei prenda
     L’alma corona, che in lui tutte unite
     Son le bell’Arti, e ad imitarlo attenda.