Apri il menu principale
Andrea Orcagna

XIV secolo M Indice:Le Rime di Cino da Pistoia.djvu sonetti Letteratura Molti poeti han già descritto Amore Intestazione 12 settembre 2016 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime scelte di poeti del secolo XIV


[p. 340 modifica]

     Molti poeti han già descritto Amore
Fanciul nudo, coll’arco faretrato,
Con una pezza bianca di bucato
Avvolta agli occhi, e l’alie ha di colore:4
     Così Omero e così Naso maggiore,
E Virgilio e li altri han ciò mostrato.
Ma come tutti quanti abbino errato,
Mostrar lo intende l’Orgagna pittore.8
     Sed egli è cieco, come fa gli inganni?
Sed egli è nudo, chi lo manda a spasso?
Se porta l’arco, tiralo un fanciullo?11
     S’egli è sì tener, dove son tanti anni?
E s’egli ha l’ale, come va sì basso?
Così le lor ragioni tutte annullo.14
          L’amore è un trastullo:
Non è composto di legno nè d’osso;
E a molte gente fa rompere il dosso.17

(Dal vol. II delle Poesie italiane inedite di dugento autori, raccolte da Francesco Trucchi (Prato. Guasti, 1846), che lo estrasse dalle schede magliabechiane.)