Apri il menu principale

Madonna della grotta di Bombile

dialetto calabrese meridionale

Anonimo M Religione cantastoria Madonna della grotta Intestazione 23 giugno 2013 25% canti

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Ora tutti sentiti, sentiti
Chi si raccunta di sta Matri santa.
Nc'era 'nu mercanti assai potenti
Chi pe lu mari navigando jia,
5E 'na gran timpesta s'è levata
Chi n'autru pocu la navi a fundu jia,
E lu mercanti chinu di gran fidi
Fici vutu a la Vergini santa
In persuna mu la faci, gioja mia.
10Subitamènti si nd'àvi partitu
Pe'arrivari lu mastru scurturi.
Cu grandi divuzioni lu pregau
Pemmu nci faci sta Matri divina.
Appena chi la ndavi cuminciata
15Di na malatia iju fu aggravatu;
E lu mercanti nci ndavi partitu
Pe fari 'na bona navi nova.
Appena chi la ndavi terminata
Cu gran cuntentu a lu mastru jia.
20Oh Diu, quandu ntìsi ch'è malatu
Di la pena e duluri si struggia.
«Jiamu, ndi jiamu», illu dicia,
« Armenu mu la viju 'ncuminciata ».
Quandu si avvicinaru a la putiga
25Fatta si trovau 'na Majestati.
Lu mastru a lu mercanti sbiguttiti:
« Ohi cosa diti vui di sta gran Matri ?
« Non èni opara mia si la criditi ;
« Criju ch'è fatta di l' Eternu Patri,
30« È la vostra, pigliativilla e jti
«Pe lu locu a duvi è distinata».
Cu giubilu e cuntentu si la piglia
E si la 'mbarca su la navi nova.
Appena sulla navi la salisci,
35Comu n'accellu a volu illa fujia.
E quandu vinni vicinu ad Arduri
Ferma la navi e più non caminava.
Tutti li marinari su 'n fatiga
Pe varari sta navi e non varava.
40Arduri e Cundajanni cu scrittura
Cu dinaru scindiru e no la prezzavanu.
Ora viditi, sta Matri divina.
Supra 'nu carru la misaru sta rigina.
Ddui jenchi servaggi a lu carru attaccaru,
45E illa cu chisti lu voscu passava.
Alla Gruttella arrivata la Gran Signura,
Lu carru ferma e chiù non caminava.
Tutti li campagnoli su stupiti
Guardandu e riguardandu sta Gran Matri,
50Tutti li genti ccà furu uniti
Pe visitari sta potenti Matri,
Lasciaru li fatighi e su partiti
La chiesa e l'artaru cuminciaru.
D'acqua nc'era gran necessitati,
55Non potianu suffriri più la siti.
Maria pensa meraculu mu faci ;
L'acqua cumparì 'nta 'na nuda rupi.
O vui divoti chi a ssu locu jiti
Serviti di cori ssa gran Matri santa
60, D'oru e d'argentu li lampi teniti,
L'ogliu e la cira vui no la pensati.
O gran Vergini e grandi Majestati,
Gioja der Paradisu vui cca siti
Madonna di la Grutta vi chiamati,
65Avvocata di Bombili ca vui siti,
Nui vi pregamu mu ndi difenditi
E 'n Paradisu pemma ndi levati.

Altri progetti

Collabora a Wikipedia Wikipedia ha una voce di approfondimento su Madonna della grotta di Bombile