Apri il menu principale
Atto terzo
Scena sesta

../Scena quinta ../Scena settima IncludiIntestazione 26 maggio 2008 75% Teatro

Atto terzo - Scena quinta Atto terzo - Scena settima


Ligurio, fra’ Timoteo, messer Nicia.

Ligurio
State cheto, messere. Oh! io ho la gran nuova, padre.
Timoteo
Quale?
Ligurio
Quella donna con chi io ho parlato, mi ha detto che quella fanciulla si è sconcia per se stessa.
Timoteo
Bene! questa limosina andrà alla Grascia.
Ligurio
Che dite voi?
Timoteo
Dico che voi tanto piú doverrete fare questa limosina.
Ligurio
La limosina si farà, quando voi vogliate: ma e’ bisogna che voi facciate un’altra cosa in benefizio qui del dottore.
Timoteo
Che cosa è?
Ligurio
Cosa di minor carico, di minor scandolo, piú accetta a noi, e piú utile a voi.
Timoteo
Che è? Io sono in termine con voi, e parmi avere contratta tale dimestichezza, che non è cosa che io non facessi.
Ligurio
Io ve lo vo’ dire in chiesa, da me e voi, ed el dottore fia contento di aspettare qui. Noi torniamo ora.
Nicia
Come disse la botta a l’erpice! .
Timoteo
Andiamo.