Apri il menu principale

Guida della montagna pistoiese/Corografia fisica

Corografia fisica

../La montagna pistoiese ../Orografia IncludiIntestazione 23 novembre 2019 100% Da definire

La montagna pistoiese Orografia

[p. 16 modifica]Corografia fisica. — Fra i gradi 43 49’ — 44 10’ di latitudine settentrionale.

Fra i gradi 8 18’ — e 8 43’ dal meridiano di Parigi.

A settentrione il confine del territorio che descriviamo è da questo lato quello pure delle tre Provincie Toscana, Bolognese e Modenese. Esso, seconda da prima l’acquapende dell’Appennino, traversando l’Abetone e il Libro aperto, e giungendo al Corno alle Scale e alla Uccelliera. Quivi abbandona l’acquapende dell’Appennino, che si spinge verso mezzodì, e si mantiene sulla vetta di Mandromini per discendere sulla sinistra della Orsigna. alla stessa sponda del Reno che raggiunge a Pracchia; scende allora sulla sinistra di quel fiume fino al ponte della Via Nazionale, detto della Venturina, poco al di sotto di Pavana, e superiormente a Porretta. Di qui scende ancora per breve tratto lungo la destra del Reno fin sotto la confluenza della piccola Limentra, e con giro tortuoso risale per la destra di questo torrente fino sotto la Sambuca, presso il ponte a Taviano. Taglia allora il monte che divide la piccola dalla grande Limentra, traversandone il crine poco al di sotto di Treppio, e poco al di sopra di Badi. Raggiunge la grande Limentra al di sotto di Lentula, e risale per la destra di detto torrente fin presso Fossato. Quivi, per la falda settentrionale dell’-Appennino di Gavigno, ne raggiunge la vetta al tabernacolo di tal nome, e da quello scende pel versante meridionale alla sinistra del Bisenzio sotto Cantagallo.