Apri il menu principale
Cino da Pistoia

XIV secolo G Indice:Le Rime di Cino da Pistoia.djvu Letteratura Guardate, amanti! io mi rivolgo a vui Intestazione 16 luglio 2016 100% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime (Cino da Pistoia)


[p. 95 modifica]

     Guardate, amanti! io mi rivolgo a vui,
Perchè so ben ch’altrui
Intendere non può qual stato è ’l mio.
Amo quanto si può, ne per conforto
5Dell’amoroso affanno altro disìo
Che veder gli occhi della donna mia:
Et ella, perch’io sia
Fra gl’infelici amanti il più infelice,
Questo ancor mi disdice;
10E sol mi mostra tanto il suo bel viso,
Ch’io veggia che ’l mio duol le muova riso.