Apri il menu principale

Giaceasi donna languidetta e stanca

Berardino Rota

G Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Giaceasi donna languidetta e stanca Intestazione 22 aprile 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Bernardino Rota


[p. 369 modifica]

IV


Giaceasi donna languidetta e stanca,
     Quasi notturno fior tocco dal Sole;
     E tal era a veder, qual parer suole
     Raggio di Sol, che a poco a poco manca.
5E l’una e l’altra man gelata e bianca,
     Baciava intanto, e non avea parole,
     Fatto già pietra, che si muove e duole
     Sospira piange trema arrossa imbianca;
E baciando bagnava or questa or quella
     10Col fonte di quest’occhi, e co i sospiri
     L’alabastro asciugava intorno intorno.
Parì quest’alma allor per gir con ella,
     Sperando di dar fine a’ miei martiri,
     Poi toruò meco a far tristo soggiorno.